>>>>>>>>>>> SIX MUSEUMS | ONE PASS >>>>>>>>>>>
>>>>>>>>>>> SIX MUSEUMS | ONE PASS >>>>>>>>>>>
SAFE VISIT Click here for updates about schedules and available services.

ORARI DI APERTURA

11:00 h - 19:00 h

ORARI DI APERTURA

lunedì:
Chiuso
martedì:
Chiuso
mercoledì:
Chiuso
giovedì:
Chiuso
venerdì:
11:00 h - 19:00 h
sabato:
11:00 h - 19:00 h
domenica:
11:00 h - 19:00 h

DOVE SIAMO

Parc de Montjuïc s/n, 08038 Barcelona

TEMPI DI VISITA

120 min

SCOPRI LA FUNDACIó JOAN MIRÓ

La Fundació Joan Miró è stata istituita con lo scopo di far conoscere l’opera e la personalità di Joan Miró e di presentare mostre di artisti del XX e XXI secolo. Questo luogo dal prestigio internazionale, nato per accogliere lo scambio di idee e di discipline, è sempre proiettato verso il futuro ma non dimentica mai le sue profonde radici catalane.

La fondazione si trova in uno splendido edificio progettato dall’architetto Josep Lluís Sert. Situato nell’eccezionale cornice del parco del Montjuïc, da cui si godono magnifiche viste su Barcellona, ospita la collezione pubblica più ricca del mondo della produzione pittorica di Joan Miró.

Questo spazio suggestivo è stato creato per iniziativa dello stesso Joan Miró con l’intento di rendere l’arte accessibile a tutti.

La collezione di dipinti, disegni, sculture e opere su carta esposta alla fondazione è una delle raccolte più complete dell’opera di Miró, e offre una panoramica completa di tutte le fasi della vita e della carriera dell’artista.

Una serie di spazi diversi permette ai visitatori di avventurarsi in un’esplorazione interdisciplinare del linguaggio e della singolare produzione di uno dei più influenti artisti del XX secolo. La mostra permanente offre una chiara illustrazione della concezione dell’arte di Miró e del pensiero della sua epoca, come pure della volontà dell’artista di trascendere la pittura tradizionale.

FUNDACIÓ JOAN MIRÓ – IN EVIDENZA

VISTE DAL CORTILE NORD
Un sensazionale “balcone” su Barcellona che offre una delle viste più privilegiate della città, circondato dall’architettura razionalista di Josep Lluís Sert e dall’arte di Joan Miró.
STELLA DEL MATTINO
Alla fine dell’estate del 1939, un mese prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale, Miró si trasferisce a Varengeville-sur-Mer, in Normandia, con la speranza di sfuggire alla cruda realtà circostante.…
Leggi di più
STELLA DEL MATTINO
Alla fine dell’estate del 1939, un mese prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale, Miró si trasferisce a Varengeville-sur-Mer, in Normandia, con la speranza di sfuggire alla cruda realtà circostante. Il periodo di isolamento che ne deriva è fondamentale per il suo processo di introspezione, in cui svolge un ruolo essenziale l’osservazione del cielo notturno con i suoi corpi celesti. Le ventitré tempere su carta che compongono la serie delle Costellazioni rappresentano idealmente un mondo di esseri in armonia con il cosmo. Contengono il lessico fondamentale di un linguaggio di segni che sarà d’ora in poi al centro dell’opera di Miró.
PERSONAGGIO DAVANTI AL SOLE
Personaggio davanti al sole illustra il gesto controllato che caratterizza la pittura di Miró alla fine degli anni Sessanta, in cui una libertà espressiva senza precedenti è bilanciata da un…
Leggi di più
PERSONAGGIO DAVANTI AL SOLE
Personaggio davanti al sole illustra il gesto controllato che caratterizza la pittura di Miró alla fine degli anni Sessanta, in cui una libertà espressiva senza precedenti è bilanciata da un evidente rigore compositivo. Il punto di partenza è il nero, usato dall’artista per delineare e strutturare i dipinti. L’inserimento di altri colori è strettamente connesso alle divisioni della composizione e agli spazi vuoti. Nonostante la sua spontaneità, Miró non trascura mai la composizione: l’eliminazione di uno qualsiasi degli elementi distruggerebbe l’equilibrio generale.
ARAZZO DELLA FONDAZIONE
Nel 1972, in collaborazione con Josep Royo, Miró esegue le sue prime opere su tessuto note con il nome di “sobreteixims”, creazioni in cui si fondono pittura, collage e arte…
Leggi di più
ARAZZO DELLA FONDAZIONE
Nel 1972, in collaborazione con Josep Royo, Miró esegue le sue prime opere su tessuto note con il nome di “sobreteixims”, creazioni in cui si fondono pittura, collage e arte dell’arazzo. Un anno dopo, in occasione di due commissioni che riceve per realizzare degli arazzi monumentali per New York e Washington, ne esegue uno anche per la Fundació Joan Miró. La traduzione del linguaggio pittorico in un tipo di lavorazione diversa come è quella dell’arazzo, con le sue specifiche difficoltà, richiede un adattamento che si concretizza in particolare in un uso espressivo delle texture.
+100.000 ARTICKET VENDUTI
IL TUO TI ASPETTA!
RISPARMIA FINO AL 45% CON ARTICKET
ACQUISTA IL TUO ARTICKET

COME ARRIVARE

IN AUTOBUS
Autobus n° 55 e n° 150 Parco del Montjuïc. Funicolare Montjuïc.
ACQUISTA IL TUO ARTICKET